HOME CHI SIAMO CURRICULUM DOVE SIAMO CONTATTI FOTO GALLERY VIDEOCONFERENZE RICETTE
PRIMA VISITA VEGA CHECK INTOLLERANZE TERAPIE PARTNER NEWSLETTER TUTORIAL DIETE


Terapie
CAVITAZIONE OMEOPATIA NEURAL TERAPIA MESOTERAPIA ANTALGICA
MESOTERAPIA ESTETICA REAC C.R.M. PEDANA BASCULANTE RADIOFREQUENZA


La pedana basculante

A cosa servono le pedane basculanti

Le pedane basculanti riproducono un movimento simile alla camminata . Il piatto si alza sul lato destro mentre si abbassa sul lato sinistro e poi viceversa.

Le basculanti lavorano a frequenze tra 1 e 35 Hz , anche se gli studi di Bosco e altri hanno dimostrato l'assenza di controindicazioni anche fino a 40 Hz e il movimento alternato non manda mai in risonanza il corpo. Gli stessi studi che si citano del dott. Bosco sono stati effettuati sulle pedane vibranti a movimento "sinusoidale".

Durante la locomozione, nella fase di contatto con il terreno, si genera un treno di vibrazioni che vengono trasmesse a tutto il corpo, dai piedi (15 Hz) fino alla testa (5 Hz), passando per gli arti inferiori, il rachide e il cranio. Le vibrazioni sono un forte stimolo per l'attivitÓ osteoblastica ed hanno effetti rilevanti sul sistema biologico. ╚ stato riferito che la potenza esplosiva del muscolo estensore della gamba durante il salto migliora dopo 10 giorni di vibrazioni applicate a tutto il corpo per 10 minuti su soggetti allenati. (Bosco et.al, Biologia dello Sport)

[...] il livello di concentrazione sierica del testosterone e dell'ormone della crescita ha riportato un significativo miglioramento statistico con un' applicazione di 10 minuti (1 minuto di vibrazione ed 1 minuto di riposo per 5 ripetizioni). (Bosco et al., Eur. J. Appl. Physiol.)


La pedana basculante pu˛ essere usata per molteplici scopi:

  • massaggio

  • riabilitazione

  • estetica

  • benessere

  • Molto validi i risultati in campo estetico:

    il massaggio creato dalla vibrazione oscillate aiuta a prevenire gli inestetismi della cellulite, grazie al miglioramento considerevole della circolazione capillare, e all'azione drenante creata dal movimento basculante.

    Le pedane basculanti pi¨ famose sono la Proellixe e la Galileo.

    Oggi si sono affermate anche altre marche tra cui citiamo la Globus Physio Wave (prodotto Italiano 100%!).

    Come riconoscerle

    Le frequenze in genere utilizzate dalle pedane basculanti e vibranti sono le seguenti:

  • 1 - 30 Hz = pedana di tipo basculante
  • 25 - 50 Hz = pedana a vibrazione verticale


  • I range di vibrazioni da usarsi sulle pedane basculanti sono i seguenti:

  • 4 - 10 Hz = riabilitazione osteoporosi e rilassamento, bilanciamento e coordinazione
  • 10 - 14 = linfondrenaggio
  • 14 - 25 = training e fitness
  • 20 - 60 Hz = potenziamento muscolare sportivo


  • Basti pensare che variando angoli di lavoro delle ginocchia, carico esterno (kg) e/o frequenze (da 20 a 60 Hz), intensitÓ, tempi di recupero ecc, avremo infinite soluzioni per il potenziamento muscolare.

    Indicazioni

    Dieci minuti due o tre volte la settimana con la pedana oscillo vibrazionale, permettono di riacquistare il tono muscolare dopo periodi di immobilitÓ dovuti ad interventi chirurgici o traumi.

    La riacquistata tonicitÓ muscolare aiuta anche a ridurre la sintomatologia legata all'artrosi, la debolezza generale e i disturbi dell'equilibrio e l'instabilitÓ dell'andatura e della locomozione.

    La stimolazione effettuata dalla pedana sulle ossa, aiuta a prevenire l'insorgere dell'osteoporosi e a limitarne l'evoluzione una volta che questa si sia presentata. Infine, l'azione sul tono muscolare e la possibilitÓ di bruciare rapidamente le calorie , permette di utilizzare la pedana vibrante, in associazione ad una dieta ipocalorica, per perdere l'eccesso di peso corporeo, incrementando il tono muscolare degli arti inferiori e dell'addome.

    Controindicazioni

  • gravidanza
  • epilessia
  • CONSULTARE IL MEDICO PRIMA DELL'USO IN QUESTI CASI :

  • trombosi acuta
  • infiammazione acuta delle parti del corpo da allenare
  • tumori
  • fratture recenti nelle parti del corpo da allenare
  • presenza di calcoli renali e della colecisti
  • presenza di recenti impianti di chiodi o protesi
  • presenza di ernie discali cervicali o lombo-sacrali
  • forte emicrania
  • ferite e cicatrici recenti nelle zone da allenare
  • artrite reumatoide
  • artrosi in fase dolorosa o artropatie
  • PRESSO QUESTO STUDIO OGNI TIPO DI RIABILITAZIONE E/O TERAPIA FISICA O ESTETICA AVVIENE SOTTO STRETTA SUPERVISIONE MEDICA.

    Piano della Salute della Dottoressa Monica Greco
    via Balma 39/3, Rivalta di Torino
    Tel.Studio 011 9090192 Cell. 333 3115777 e-mail:info@dottoressagreco.it
    P.I. 10378240013
    Sito web ottimizzato per
    Powered by Compiucart S.n.c.
    - Realizzato da Soluzione Programmata -